Edilizia. Scopri le migliori novità che ti aspettano nel 2016!

leasing immobiliare

Edilizia. Scopri le migliori novità che ti aspettano nel 2016!

Buon 2016 a tutti!

Spero che abbiate passato delle buone feste. Durante le nostre abbuffate natalizie i nostri “cari” parlamentari hanno approvato la Legge di Stabilità 2016. In questo articolo analizzeremo solo alcune delle misure della legge di stabilità. Partirò nell’elencare le principali novità nel campo dall’edilizia. 

[lockercat]

In particolare:

  1. Acquisto della prima casa in leasing

    Mi soffermerò a parlare di questa novità poiché, se sostenuta SERIAMENTE da tutti gli attori del mercato, potrebbe essere una bella novità. Non si arriverà mai agli albori di un tempo, ma almeno potrebbe essere un incentivo per il mercato immobiliare in fase di stallo da diversi anni.

    Infatti ad oggi (05/01/2016), chi ha la possibilità di acquistare una prima casa ha come unico strumento finanziario il MUTUO.Viene introdotta la locazione finanziaria (leasing) per le abitazioni in via sperimentale per 5 anni, dal 2016 al 2020.

    Con il contratto di leasing immobiliare la banca acquista l’immobile su scelta e indicazione dell’utilizzatore, che ottiene il bene immobile per un dato tempo corrispondendo una rata mensile calcolata in base al prezzo di acquisto e della durata del contratto. Alla scadenza del contratto l’utilizzatore ha la facoltà di acquistare la proprietà del bene a un prezzo prestabilito.

IMPORTANTE: Per le spese sostenute da giovani con età inferiore a 35 anni con reddito fino a 55.000 euro, sono deducibili ai fini IRPEF nella misura del 19% i canoni e i relativi oneri accessori fino a 8.000 euro, nonché il costo di acquisto dell’immobile all’esercizio dell’opzione finale fino a 20.000 euro.

Per i soggetti di età pari o superiore a 35 anni l’importo massimo detraibile a fini Irpef è dimezzato (massimo 4.000 euro per i canoni e 10.000 euro per il costo di acquisto).

Seguirò con attenzione gli aggiornamenti e l’evoluzione di questo argomento. Scrivetemi per ulteriori delucidazioni.

  • Detrazione Iva per acquisto immobili in classe A o B

    Altra novità importante per chi acquisterà casa nel 2016 è la seguente: è prevista una detrazione Irpef del 50% della quota parte IVA se acquisterete abitazioni in classe energetica A o B cedute dalle imprese costruttrici. La detrazione è pari al 50% dell’imposta dovuta ed è ripartita in 10 quote annuali.

    Quindi, se il Sig. Rossi acquisterà una casa in classe A o B, ipotizzando sia una prima casa con aliquota agevolata al 4% del costo di 200.000 euro, l’IVA pagata sarà di 8000 euro. Pertanto detrarrà 400 euro/anno per 10 anni (8.000 x 0,50 = 4.000 euro).

  • Nuovo Bonus Mobili per le giovani coppie

    Le giovani coppie, anche di fatto, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni, che hanno acquistato un immobile da adibire ad abitazione principale possono usufruire di una detrazione fiscale del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili nel 2016, fino a 16.000 euro.

  • Proroga detrazioni fiscali 2016: confermato eco bonus 65%, detrazioni per ristrutturazioni 50% e bonus mobili

    Ritroviamo anche quest’anno le detrazioni fiscali. Confermata la proroga fino al 31 dicembre 2016 sia del bonus 65% per il miglioramento energetico che per le ristrutturazioni (50%).

    Inoltre, è stata prevista la detrazione del 65% anche per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative, che garantiscono un funzionamento efficiente degli impianti, nonché dotati di specifiche caratteristiche.

  • Riduzioni e abolizioni Imu e Tasi

    E’ prevista la riduzione del 50% della base imponibile IMU per gli immobili dati in comodato d’uso a figli o genitori.

    Il beneficio si applica se il contratto sia registrato e colui che dà in comodato l’immobile, possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è sito l’immobile concesso in comodato.

    Viene abolita la Tasi sull’abitazione principale (ad eccezione degli immobili di pregio).

 

Con questo passo e chiudo!

Vi auguro tante belle cose il questo 2016!

[/lockercat]

Lascia un commento